CIRF - Centro Interdipartimentale di Ricerca sulla Cultura e la Lingua del Friuli

Centro Interdipartimentale per lo sviluppo della lingua e della cultura del Friuli “Josef Marchet

"Vent'anni di Carta europea delle lingue regionali o minoritarie"

Convegno organizzato dal Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'Università degli Studi di Udine, 6/7 giugno 2013

Twenty years of the European Chart for Regional or Minority Languages

Vincj agns di Cjarte Europeane des lenghis regjonâls o minoritariis

Vent’anni di Carta europea delle lingue regionali o minoritarie

Lingue, diritti, cittadinanza: Friuli-Venezia Giulia, Italia, Europa, Mediterraneo

GIOVEDÌ 6 GIUGNO 2013

Università degli Studi di Udine, Sala Gusmani, Palazzo Antonini INIZIO 9.30

Introduzione Marina BROLLO (Direttrice del Dipartimento di Scienze Giuridiche, Università degli Studi di Udine)

Saluti istituzionali Università degli Studi di Udine, Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia, autorità locali

La Carta europea, dall’Europa per l’Europa, per le lingue e per i diritti Coordinamento: Elisabetta BERGAMINI (Università degli Studi di Udine)

Lingue, diritti, cittadinanza per l’Europa unita nella diversità Marco STOLFO (Università degli Studi di Udine)

La Carta europea e la Convenzione quadro per la protezione delle minoranze nazionali Simone PENASA (Università degli Studi di Trento)

1992: il Trattato di Maastricht e la Carta europea nel processo d’integrazione continentale Claudio CRESSATI (Università degli Studi di Udine)

Coffee Break

Diritti linguistici e cittadinanza multiculturale Giovanni POGGESCHI Roberta PERROTTA (Università del Salento)

Diritti linguistici e giurisprudenza europea Guglielmo CEVOLIN (Università degli Studi di Udine)

Pausa Pranzo

INIZIO 15.00

La Carta europea, un punto di riferimento. Le comunità linguistiche, le Regioni, gli Stati Coordinamento: Claudio CRESSATI (Università degli Studi di Udine)

L’attuazione della Carta europea nel Regno di Spagna. Il caso della lingua asturiana Héctor GARCIA GIL (Academia de la Llingua Asturiana, Oviedo/Uviéu)

La Francia e le lingue minoritarie. Problemi e speranze Giorgio GRIMALDI (Università della Valle d’Aosta)

Le lingue minoritarie in Slovenia: aspetti normativi e pratica quotidiana Sonja NOVAK LUKANOVIČ (INV – Istituto di studi etnici, Ljubljana)

Le lingue minoritarie in Austria e in Croazia. La Carta europea e le minoranze slovene Danijel GRAFENAUER (INV – Istituto di studi etnici, Ljubljana)

Coffee break

L’Italia, la tutela delle minoranze e la Carta europea Bojan BREZIGAR (CONFEMILI), Carlo PUPPO (Comitât/Odbor/Komitaat/Comitato 482)

La Croazia e le minoranze. L’organizzazione del sistema scolastico della minoranza italiana Patrizia PITACCO (AZOO – Agenzia per l’educazione e la formazione degli insegnanti, Rijeka/Fiume)

VENERDÌ 7 GIUGNO 2013

Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia, Sala Pasolini, via Sabbadini 31

INIZIO 9.30

Lingue di tutti, lingue per tutto. Esperienze, temi e problemi coordinamento: Marco STOLFO (Università degli Studi di Udine)

Friulano, sloveno e tedesco nella Regione Friuli-Venezia Giulia: norme e normalizzazione a confronto Velia PLOZNER (Commissione regionale per le minoranze di lingua tedesca) Zaira VIDAU (SLORI – Slovenski Raziskovalni Inštitut) William CISILINO (ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane)

Uso pubblico delle lingua. La certificazione delle competenze linguistiche Federica ANGELI (ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane) Paola GUALTIERI (Provincia Autonoma di Trento)

L’Italia e il Friuli-Venezia Giulia visti dall’Europa. Istruzione e formazione Ernesto LIESCH (ISAL – Istituto di Studi sull’Amministrazione Locale)

Coffee break

Lingue proprie, plurilinguismo, reti e cooperazioni europee Roberto DAPIT (Università degli Studi di Udine) Federico VICARIO (Società Filologica Friulana)

Media. Diritto alla lingua, diritto all’informazione Antonio ROCCO (Radio TV Capodistria) Mauro MISSANA (Radio Onde Furlane)

Produzione e promozione culturale. Lingue in musica, in rete e sullo schermo Salvatore CUBEDDU (Babel Film Festival) Paolo CANTARUTTI (Informazione Friulana)

Conclusioni